Tessera del giocatore per chi ha accesso alle sale gioco

Tessera del giocatoreLe probabilità che venga introdotta la tessera del giocatore che gioca nelle sale da gioco in versione offline, considerato che il gioco online già consente l’identificazione, aumentano. Questo strumento dovrebbe identificare coloro che giocano nelle sale da gioco e casinò terrestri è inviso sia dal lato degli addetti ai lavori che da quello degli utenti.

In questo modo sarà molto più semplice identificare chi ha accesso al gioco d’azzardo. Questa proposta in parlamento è stata presentata dall’On. Roberto Rolando Nicco, al fine di contrastare con fermezza un fenomeno che si stata espandendo in modo preoccupate che è la ludopatia. Lo scopo dell’intervento normativo è quello di tutelare la posizione degli utenti più deboli (i minori) e di imporre un blocco nei confronti delle sale che operano illegalmente alimentano il mercato nero e criminale.

Questa carta è riservata a tutti coloro i quali giocano nelle sale giochi e contiene dei dati personali privati che fanno capo ad ogni utente, come il nome, il cognome, l’indirizzo, il codice fiscale, proprio come accade per chi gioca nei casinò online accedendo alla modalità di gioco con soldi veri. Questa proposta concerne le sale bingo, ma anche quelle dove sono presenti le Videolotteri e le New Slot. Pertanto, l’eventuale provvedimento non risparmierebbe nessuna sala giochi.

Altra cosa da dire è che i dati personali dovranno essere conservati per 5 anni dai gestori delle sale dopo la trasmissione degli stessi all’Aams. L’onorevole Nicco ritiene che questo sistema che si intende proporre già è presente in diversi paesi europei ed è importante che trovi la sua applicazione anche nell’ambito del territorio nazionale per mezzo di un sistema telematico della black list.

Quindi si intende creare una lista nera a livello nazionale dei giocatori, così come accade nel mondo del gambling online con i siti con il suffisso.com sprovvisti di licenza Aams che offrono, illegalmente, dei servizi di gioco. In questa lista andrebbero inseriti i nomi dei giocatori interdetti e che non possono accadere nelle sale da gioco sia dove si gioca al Bingo che in quelle dove vi sono delle Slot Machine.

Per adetti ai lavori che violeranno il provvedimento sono previste delle sanzioni parecchio pesanti se si rifiutano di identificare i giocatori. Di certo, non si tratta di un’operazione molto semplice, soprattutto nelle fasi iniziali, considerata la novità alquanto fastidiosa.

Le sanzioni amministrative, che possono essere irrogate nei confronti dei gestori, variano da un minimo di 10 mila euro ad un massimo di 50 mila euro. Inoltre l’autorità giudiziaria potrebbe optare anche per la chiusura della sala da gioco nel caso in cui il gestore risulti recidivo.

Oltre all’introduzione della lista nera, con tale provvedimento normativo viene richiesta anche una regolamentazione delle Newslot e delle Videolotterie che, fino a questo momento, sono state sottoposte ad un regime privilegiato. Anche se si tratta al momento solo di una proposta, le polemiche su questo argomento sono davvero aspre. Nelle prossime settimane vedremo se esso acquisirà forza normativa vincolante divenendo legge.

Chi Siamo | Disclaimer | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. |

Casinoinrete.com, portale informativo sui Giochi di Casinò Online Autorizzati AAMS, ti presenta le migliori guide per la comprensione dei bonus e delle regole dei giochi. In quanto non presenta periodicità, non è assimilabile a una testata giornalistica. Le opinioni e i giudizi rappresentano solo un'indicazione, la scelta finale spetta sempre al giocatore. Scegli sempre e solo il Gioco Sicuro, Legale e Responsabile.

Copyright © 2007 - 2018 - Tutti i diritti riservati.