Slot Machine Signore Anelli oggetto di una disputa

Slot Machine WarnerL’azione legale esperita dalla famiglia Tolkien in California, in quanto è stato fatto un marketing digitale scioccante che concerne il film, che chiama in causa anche i software che si possono scaricare dei giochi d’azzardo e una Slot Machine online che utilizzano personaggi e avventure che fanno parte della trilogia del “Signore degli anelli”.

Secondo quanto viene dichiarato dalla famiglia, gli accordi di che regolavano gli aspetti del marketing concernevano solo statuine, vestiario e beni della cartoleria, ma non concernevano i prodotti in digitale e i beni che fanno parte del mondo e in particolare del gambling online. La Slot machine che riprende il tema del Signore degli anelli ha riscosso tanti consensi tra gli amanti di questa categoria di giochi.

Questo comportamento illegale e inadempiente alle clausole dell’accordo raggiunto, arrecherebbe un’offesa alla reputazione dell’autore e alla sua memoria oltre che alla eredità culturale della sua famiglia.Gli eredi dell’estroso scrittore J.R.R Tolkien hanno agito legalmente per risarcimento danni i produttori della saga del “Signore degli Anelli” e di “The Hobbit” per aver violato dei accordi che regolavano alcuni importanti aspetti legati al merchandising.

Il risarcimento chiesto alla Warner Bros dagli eredi dello scrittore, che sono anche titolari della casa Editrice, Harper Collins, è di circa ottanta milioni di dollari. La notizia, chiaramente ha scosso l’ambiente e non poco, se si pensa che la prima uscita del film.

“The Hobbit: An Unexpected Journey” che avrà luogo il 28 novembre, alla quale prenderanno parte I principali protagonisti, come gli attori Cate Blanchett e Martin Freeman. Di recente, la stampa ha contattato la Warner Bros per commentare quanto accaduto, ma non vi sono state delle risposte dalla nota casa cinematografica statunitense.

I diritti d’autore che concernono “The Hobbit” e “The Lord of the Rings” sono stati alienati nel 1969 e secondo l’accordo raggiunto dalla famiglia Tolkien assicurano solo delle opportunità di merchandising, ma anche attratti dall’enorme successo che ha riscosso il film, secondo quanto viene detto dall’accusa, gli studios che sono implicati nella vicenda hanno oltrepassato ogni limite.

Prima che fosse stato adito il giudice di Los Angeles, la famiglia Tolkien aveva incontrato la Warner Bros senza trovare un accordo che potesse porre fine alla controversia. Altro duro colpo sul piano prettamente economico arriva anche dall’associazione degli animalisti che macchia anche la reputazione della pellicola, arriva dall’associazione per i diritti degli animali che ritiene che durante le sue riprese siano morti 27 animali, tra pecore, capre, cavalli, e galline.

L’associazione Peta ha intenzione di protestare durante la presentazione del film, evento che è costato più di un milione di dollari neozelandesi. Dal canto loro sia i produttori che il regista negano che siano stati uccisi gli animali indicati dall’associazione animalista. Se dobbiamo guardare i numeri prodotti dalla trilogia del “Signore degli Anelli”, bisogna dire che gli incassi sono stati da capogiro: più di 1 miliardo di dollari americani.

Il film “The Hobbit: An Unexpected Journey” verrà seguito da altre due puntate. Il regista che si occuperà di dirigere tutti e sei i film sarà Peter Jackson.

Chi Siamo | Disclaimer | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. |

Casinoinrete.com, portale informativo sui Giochi di Casinò Online Autorizzati AAMS, ti presenta le migliori guide per la comprensione dei bonus e delle regole dei giochi. In quanto non presenta periodicità, non è assimilabile a una testata giornalistica. Le opinioni e i giudizi rappresentano solo un'indicazione, la scelta finale spetta sempre al giocatore. Scegli sempre e solo il Gioco Sicuro, Legale e Responsabile.

Copyright © 2007 - 2018 - Tutti i diritti riservati.