La necessità di avere dati univoci sul gioco d’azzardo in Italia

numeri gioco d'azzardoIl settore del gioco d'azzardo è, ormai, una realtà consolidata anche in Italia; e non si parla solo di on line, ma dell’intero comparto legato al gioco d’azzardo. Gratta e vinci, lotterie, macchinette, video lottery, scommesse sportive, virtuali e non, rappresentano per i Monopoli di Stato Italiani un introito in continua crescita, ma anche un groviglio di situazioni e numeri che spesso è difficile sbrogliare.

Ciò di cui si avverte la necessità, secondo quanto afferma il vice direttore dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Alessandro Aronica, è una raccolta dati ufficiali e univoca, che faccia luce sui diversi aspetti del gioco d’azzardo sul territorio nazionale, e che permetta quindi di sfatare alcuni falsi miti, sia in negativo che in positivo. Aronica addita l’esempio da seguire relativamente ad alcuni Paesi esteri che da più tempo di noi si confrontano con il mondo del gambling e che quindi risultano maggiormente strutturati sotto diversi punti di vista; in particolar modo si parla della Spagna e dell’Inghilterra.

Da un certo punto di vista, è stata l’Italia a fare scuola. Si tratta del versante normativo: l’Italia è stata una delle prime nazioni a scrivere una legge chiara e univoca che regolamentasse in particolar modo il gambling on line, facendo in modo di arginare al meglio le attività illecite che molto spesso proliferano all’interno di questo mercato. Dal punto di vista della raccolta e della diffusione dei dati relativi al gioco d’azzardo, invece, il nostro Paese è assai più carente. I dati sono importanti sotto diversi aspetti: il primo è quello di dare una corretta informazione al pubblico degli utenti, e il secondo è la possibilità di fare una corretta programmazione e pianificazione.

Solo comprendendo con chiarezza quali sono i settori trainanti, quali sono gli introiti annui del gioco d’azzardo, quanto incidono le patologie come la ludopatia sul complesso del comparto, è infatti possibile capire come intervenire, quando e soprattutto se. Ad esempio, proprio il problema della ludopatia sta emergendo solo in questi ultimi tempi, anche se in realtà è una piaga che esiste da sempre. Se ci fossero stati a disposizione dei numeri chiari su questo aspetto, forse sarebbe stato possibile approcciare il problema in maniera diversa, e quindi correre ai ripari con maggiore tempestività ed efficacia.

Oppure, si potrebbe citare il caso delle VTL: in Italia le concessioni erogate nel 2009 sono state 57 mila, e in poco tempo sono cresciute a 60 mila, molte delle quali però non sono mai state realmente attivate. Nel Regno Unito invece ci sono soltanto 28 mila macchinette simili alle VTL italiane. Attualmente, nel nostro Paese la possibilità di accedere a cifre chiare circa il mondo del gioco d’azzardo consentirebbe anche di regolamentare con maggiore razionalità ed efficacia le normative locali.

Spesso infatti le regioni agiscono di propria iniziativa, applicando regole che potrebbero portare alla chiusura di oltre il 70% delle sale da gioco, diminuendo in tal modo gli introiti complessivi sul territorio nazionale anche di 3 miliardi e mezzo di euro. Il gioco d’azzardo è una risorsa per il Paese, ma deve essere saggiamente amministrato per evitare pericolose derive; questo si può fare solo se esso viene tenuto d’occhio e monitorato tramite una coerente raccolta dati sui quali poter fare tutte le pianificazioni del caso. Questa è la direzione verso la quale si muove AAMS e che si spera possa cominciare presto a dare i primi frutti, con un miglioramento generale della gestione del gambling in Italia.

Casinoinrete.com, portale informativo sui Giochi di Casinò Online Autorizzati AAMS, ti presenta le migliori guide per la comprensione dei bonus e delle regole dei giochi. In quanto non presenta periodicità, non è assimilabile a una testata giornalistica. Le opinioni e i giudizi rappresentano solo un'indicazione, la scelta finale spetta sempre al giocatore. Scegli sempre e solo il Gioco Sicuro, Legale e Responsabile.

Link Utili
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Chi Siamo
  • Disclaimer
  • Cookie

Copyright © 2007 - 2018 - Tutti i diritti riservati.