Cambiamenti lenti per quanto riguarda le Videolottery e le new slot.

Una Croupier della Roulette dal Vivo al Casinò
Giocatori che si divertono a puntare su un Tavolo della Roulette

Con la nuova Legge di Stabilità, varata quest'anno dal governo italiano, si sta procedendo al cambio del vecchio parco macchine, anche se la distribuzione delle new slot procede a rilento.

Vlt e new slot

Le nuove slot, vlt e la loro faticosa introduzione

(1 voto, media 5.00 di 5)
Le nuove slot, vlt e la loro faticosa introduzione 5.00 media 5 based on 1 voto 1.

vlt e new slot: mercato a rilentoA seguito della recente Legge di stabilità varata dal Governo Italiano, sono state introdotte alcune significative novità anche in materia di gambling online e di gioco d’azzardo. Una delle più consistenti, poiché porta delle notevoli conseguenze anche da un punto di vista meramente pratico e gestionale, è l’introduzione di nuove norme per quel che riguarda le macchine VLT, dette anche Videolottery.

Queste nuove forme di intrattenimento, per chi non lo sapesse, non sono altro che delle slot machine che erogano denaro e che si possono trovare un po’ ovunque nei locali pubblici, dalle sale da gioco fino ai bar. In sostanza per queste macchine è stato fissato un nuovo payout, che sale al 70%; questo significa che tutti i software devono essere aggiornati con l’introduzione di nuove smart card, e che alcune macchine devono essere sostituite ex novo. Un’altra novità riguarda il fatto che non si possono più installare nuove macchine, ma soltanto sostituire quelle che già esistono.

Quali sono le conseguenze delle nuove norme? Il primo aspetto che salta all’occhio e che viene denunciato dalla stessa Agenzia dei Monopoli è che l’operazione di sostituzione delle vecchie macchine da gioco sta procedendo molto più lentamente di quanto non ci si fosse prefissati. Il motivo non sembra risiedere nella distribuzione delle smart card, che notoriamente vengono erogate da Sogei (Società Generale d’Informatica) con molta parsimonia. Infatti sembrano esserci già in circolazione oltre 500 mila smart card, ma il problema sembra risiedere nelle macchine che ad oggi sono appena 100 mila, anche se vengono installate ad un ritmo molto elevato, di circa 1000 alla settimana.

Un altro intoppo sembra risiedere nella concessione delle autorizzazioni e delle licenze da parte dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli; da ultimo qualcuno denuncia anche il fatto che alcuni gestori hanno fatto incetta sia di autorizzazioni che di dispositivi. Il risultato di queste complicazioni è stato il fatto che ad oggi sono state distribuite sul territorio nazionale solo 40 mila AWP (i dispositivi di nuova generazione detti anche new slot); non pochissimi, ma che rappresentano appena il 10% del totale, al fronte del previsto 60-70% in questa fase dell’innovazione. Tra le altre problematiche che si stanno riscontrando, c’è anche la questione precedentemente accennata delle profonde modifiche burocratiche che sono state introdotte con la Legge di Stabilità.

Siccome ora non è più possibile chiedere nuove concessioni, ma solo presentarne richiesta in sostituzione di una macchina già presente, si creano lunghe liste di attesa, visto che la domanda successiva non può essere smaltita fino a quando non venga evasa la precedente. Quindi l’installazione delle nuove slot machine avviene al rallentatore, spesso complicata anche da altri contrattempi di varia natura, ad esempio, come è successo a Torino, per l’assenza di un dirigente che potesse occuparsi personalmente di dirigere la questione. Con questo ritmo, si prevede che solo entro il secondo semestre dell’anno potranno essere collocate tutte le AWT previste, a meno che i Monopoli di Stato non decidano di introdurre novità procedurali che però potrebbero avere l’effetto di rallentare ulteriormente le operazioni, anziché accelerarle.

Si è ancora in alto mare invece per quel che concerne il processo di omologazione delle VTL, su cui ancora i Monopoli non hanno preso una decisione univoca e in merito al quale probabilmente si deciderà qualcosa di più specifico nel mese di aprile. In questo momento di grande confusione per quel che concerne le slot fisiche, per i giocatori che non vogliono perdere nessuna possibilità di giocare e vincere resta sempre valida l’alternativa delle slot machine messe a disposizione dei casinò on line. Scegliendo sempre la sale da gioco virtuali certificate AAMS, si può giocare in assoluta sicurezza in qualunque momento e in qualunque luogo ci si trovi, senza complicazioni!

Aggiungi il tuo commento

Casinoinrete.com incoraggia i lettori ad aggiungere i propri commenti alla pagina. Lo scambio di opinioni ed esperienze consentirà di aumentare la quantità di informazioni attendibili sui Casinò On line.

Tutti i commenti sono di responsabilità esclusiva degli autori e sono moderati preventivamente per assicurare il rispetto del buon costume e della reputazione altrui. Siamo certi che ogni tuo contributo sarà importante e utile per gli altri lettori. Grazie!


Codice di sicurezza
Aggiorna