Azzardo e piano inverno: rilevanze nella Legge di Stabilità

stato e gioco d'azzardoTutta questa vicenda potrebbe avere senza dubbio l’hashtag #ionondelego: dopo l’approvazione dei nuovi emendamenti, si aprono nuovi scenari riguardo il gioco d’azzardo. Se la società continuerà a pressare, si può dire che l’epoca del parastato e dei perbenismi è in discesa. È un discorso complesso quello che stiamo per affrontare, ossia quello legato alle riforme, vere o presunte, legate al gambling italiano legale.

Dopo l’approvazione della nuova Legge di Stabilità, si può affermare che ci sono degli sconfitti in questa battaglia che dura ormai da anni. Gli sconfitti sono proprio loro che, dopo la bocciatura del Governo , hanno cercato in qualsiasi modo di far rientrare il tema in questione: persone, sindacalisti, funzionari, senatori, insomma qualsiasi figura andava bene, l’importante era centrare l’obbiettivo.

Un po’ tutti è vero ci hanno provato ma, quando sono stati colti sul più bello, facevano dietro front, gridando talvolta al lupo: tutti coloro che da anni tengono ferma la questione, dicendo di cambiare, ma solo per non far mutare proprio nulla, possono quasi ritenersi vinti. Sarà il destino, la fortuna, non certamente quella di una slot machine, ma tante volte le persone giuste, si trovano nel posto giusto, al momento giusto. Ed è proprio ciò che è accaduto con la Legge di Stabilità per quanto concerne il gioco d’azzardo.

La proposta è stata spesso contestata, discussa ma, alla fine, sono state veramente poche le persone che hanno voluto agire per cambiare realmente qualcosa, come Lorenzo Basso, che non è mancato mai ad un incontro, neppure nel giorno dell’Immacolata, restando sempre sul pezzo come un capitano guida la propria nave. Vero anche che la società non può ancora cantare vittoria ma si registra, comunque, un inversione di tendenza. La nuova legge di stabilità che tra poco sarà firmata prevede:


Tuttavia, che piaccia o meno la situazione, dal primo giorno di quest’anno le cose sicuramente saranno diverse rispetto a quelle passate: è importante nel nostro paese iniziare a vincere qualche causa, ma di quelle giuste, leali. Siamo venuti a conoscenza, tramite il portale vigilanzafareambiente.it, del "piano inverno" implementato a Roma per contrastare l’emergenza freddo per i clochard, sebbene alcune difficoltà economiche richiederebbero ulteriori fondi.

Come ultimo punto, la Legge di Stabilità 2016, crede fortemente in un raddoppio per i fondi per contrastare il gap, cosa assai utile come anche, per esempio, destinare fondi per emergenze ed aiuti umanitari piuttosto che per disastri ambientali. Nell’immaginario collettivo, magari, una percentuale delle tasse dei casinò, potrebbe essere destinata per l’aiuto di senzatetto che soffrono, per strada, la rigidità del clima invernale: i sogni sono desideri, ma spesso, si sa, possono diventare realtà.