La normativa sui Giochi Online in Germania sarà provvisoria per 2 anni.

Una Croupier della Roulette dal Vivo al Casinò
Giocatori che si divertono a puntare su un Tavolo della Roulette

Anche la Germania ha adottato una normativa federale riguardo ai Giochi su Internet, sebbene non abbia ricevuto la piena approvazione dell'Unione Europea. A seguito del giudizio non completamente positivo, è stato concesso un periodo transitorio di 2 anni per valutare l'impatto delle norme e poter valutare le eventuali correzioni da apportare.

Normativa Casinò Glaming

La Germania approva la normativa per i Casinò Online

(1 voto, media 5.00 di 5)
La Germania approva la normativa per i Casinò Online 5.00 media 5 based on 1 voto 1.

Germania Normativa TransitoriaLa Germania non poteva certo essere da meno rispetto all’Italia e quindi, seppur in ritardo ha varato pure lei le sue normative riguardanti i giochi di abilità a distanza, ovvero i Casinò Online. L'organizzazione federativa dello stato pone però alcuni problemi.

Nonostante il Parlamento della Germania se la sia presa con calma prima di rilasciare le proprie normative per il gioco online, queste non possiedono una buona qualità: in poche parole non sono state fatte nel modo giusto, tanto da non convincere sia l’Europa che il mercato. Il pericolo è quello che con il passare del tempo il mercato creato da questa nuova normativa non possa essere sostenibile e gli operatori stessi sono dubbiosi sul ritorno sugli investimenti (ROI). Insomma un bel grattacapo per i risoluti teutonici, con dei risvolti curiosi dopo il giudizio dell'UE.

L’Unione Europea ha infatti deciso di non bocciare la legge della Germania, bensì di dare al Governo due anni di tempo come periodo transitorio per poter valutare i risultati ed effettuare eventualmente dei cambiamenti mirati per migliorare dove emergesse la necessità. La Germania è uno stato federale ed ha quindi proposto una legge unica e nonostante le critiche subite dagli operatori e dall’Europa, ha ottenuto l’approvazione di ben quindici lander tedeschi su sedici. L’unico che non ha dato l’approvazione è lo Schleswig – Holstein che ha preferito optare per una soluzione più drastica: liberalizzare il mercato dei giochi online e dei Casino Online.

Certo la legge è stata migliorata rispetto alla sua pianificazione iniziale. All’inizio infatti era stato previsto una tipologia di sistema di licenze in cui ci sarebbero stati solo ed esclusivamente sette concessionari, per non parlare della tassazione che avrebbe dovuto avere un valore pari al 16%. Ora, nella normativa attuale sono state proposte venti licenze nazionali e una tassazione basata sul turnover pari al 5%. Un bel cambiamento a quanto pare, i concessionari però non sono d’accordo e secondo loro non basta, anzi pensano che questa eccessiva regolamentazione possa soffocare il mercato.

Osservando il panorama europeo dei mercati che hanno regolamentato il gioco d'azzardo, risulta chiaro che ove lo stato sia intervenuto pesantemente nelle richieste economiche sotto forma di tasse la situazione non è rosa. L'esempio più eclatante è quello della Francia, in cui la normativa istituita dall'ARJEL non prevede ancora i Giochi di Casinò Online e impone delle tasse molto alte che non consentono agli operatori di ottenere i margini operativi tali da recuperare gli investimenti.

In altre parole, si è creata una situazione insostenibile nella quale anche i giocatori stessi iniziano a disinnamorarsi dell'offerta di Gioco Legale e a ritornare agli operatori senza licenza perchè molto più competitivi. Gli operatori interessati a ottenere la concessione statale per l'esercizio dei Giochi di Abilità a distanza quindi rimangono scettici e sottolineano inoltre che si potrebbero creare delle problematiche non indifferenti tra i vari lander, visto che i concessionari che operano nel mercato libero dello Schleswig – Holstein non potranno lavorare anche nelle altre regioni.

Dal nostro punto di vista i Governi Nazionali hanno tutto il diritto di regolamentare i Giochi e richiedere il pagamento delle imposte agli operatori. È importante per i cittadini essere tutelati, sapendo di giocare su piattaforme di gioco certificate e affidando il loro denaro a società che hanno prestato le dovute garanzie fidejussiorie. L'errore che viene spesso commesso però è quello di non ascoltare i pareri e le necessità dei soggetti che già operano da anni sul mercato con licenza europea.  Imporre una normativa senza conoscere a fondo il business è deleterio per tutti: Giocatori, Concessionari e per lo Stato, visto che le entrate fiscali saranno inferiori e continuerà ad esistere una sorta di mercato parallelo degli operatori senza licenza.

Aggiungi il tuo commento

Casinoinrete.com incoraggia i lettori ad aggiungere i propri commenti alla pagina. Lo scambio di opinioni ed esperienze consentirà di aumentare la quantità di informazioni attendibili sui Casinò On line.

Tutti i commenti sono di responsabilità esclusiva degli autori e sono moderati preventivamente per assicurare il rispetto del buon costume e della reputazione altrui. Siamo certi che ogni tuo contributo sarà importante e utile per gli altri lettori. Grazie!


Codice di sicurezza
Aggiorna