L'oscuramento dei Casino Illegali è stato messo in atto anche dall'Arjel.

Una Croupier della Roulette dal Vivo al Casinò
Giocatori che si divertono a puntare su un Tavolo della Roulette

Anche la Francia oscura i Casino Illegali con una normativa molto simile a quella già attuata dall'AAMS. L'esempio italiano è stato molto seguito e imitato, per non dire altro, dai cugini d'oltralpe. Si tratta sicuramente di un buon segnale e di una promozione a pieni voti per la strategia di contrasto all'illegalità. L'Italia forse sconta un po' di lentezza nelle reazioni, vedremo se i nostri vicini francesi sapranno fare di meglio.

Bonus Match MigliorVisita Casinò
1. StarCasinò 25€ GRATIS Bonus
Visita Ora!
2. Netbet Casinò 1.000€ 100% Flash
Visita Ora!
3. Merkur Win Casinò 500€ 100% Bonus Reale
Visita Ora!
4. Paddy Power 200€ 100% Slot
Visita Ora!
5. 888 Casinò 500€ 125% Live
Visita Ora!

La Francia oscura i Casinò illegali come l'Italia

(1 voto, media 5.00 di 5)
La Francia oscura i Casinò illegali come l'Italia 5.00 media 5 based on 1 voto 1.

Logo Arjel Casino FranciaL’Italia insegna e la Francia impara, almeno per quanto riguardo il mondo dei giochi di Casinò Online. Anche l’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato francese, che non si chiama AAMS ma bensì Arjel ha deciso di dare il via ad un’ardua lotto contro i siti web che offrono giochi illegali.

La Francia quindi copia l’Italia e annuncia un giro di vite piuttosto duro sui siti illegali, ossia tutte gli operatori che possiedono una piattaforma .com.

Nonostante tra Italia e Francia non scorra buon sangue, l’Arjel ha visto di buon occhio i metodi attuati dall’AAMS per combattere l’illegalità, forse perché sono abbastanza efficaci, così ha deciso di replicare la blacklist stilata dall’AAMS e provare a crearne una propria. Questo è stato deciso con l’approvazione di un apposito decreto governativo.

Come in Italia, anche gli operatori francesi dovranno provvedere a segnalare i siti che offrono giochi di Casino su siti web .com, che quindi sono illegali, una volta segnalati verranno poi inseriti nella lista nera e bloccati in modo che i giocatori non possano accedervi. Sicuramente molti soggetti colpiti dal decreto provvederanno ad un ricorso, soprattutto considerando il fatto che fino ad ora non è passato al vaglio della Commissione Europea.

La decisione dell’Arjel di muovere guerra contro i gli operatori illegali arriva in un buon momento prosperoso per il mercato francese. Sono infatti quasi un milione i giocatori francesi che preferiscono giocare sui siti senza licenza in Francia e quindi illegali invece di spostarsi su quelli regolari .fr. Il danno erariale è ovviamente notevole quindi lo scopo del governo francese è quello di fermare questi siti per promuovere quelli legali e favorire il loro sviluppo visto che hanno provveduto ad acquistare la regolare licenza.

Sono in molti però a pensare che l’oscuramento dei Casinò illegali non sia l’unica soluzione, ma che al contrario andrebbe rivisto il sistema di imposizione fiscale a cui sono soggetti in Francia gli operatori. Un sondaggio vede l’80% dei giocatori francesi a lamentarsi perché le tasse applicate sono troppo alte, forse proprio per questo motivo preferiscono giocare su operatori che non devono sottostare alle regole imposte dal governo transalpino.

Aggiungi il tuo commento

Casinoinrete.com incoraggia i lettori ad aggiungere i propri commenti alla pagina. Lo scambio di opinioni ed esperienze consentirà di aumentare la quantità di informazioni attendibili sui Casinò On line.

Tutti i commenti sono di responsabilità esclusiva degli autori e sono moderati preventivamente per assicurare il rispetto del buon costume e della reputazione altrui. Siamo certi che ogni tuo contributo sarà importante e utile per gli altri lettori. Grazie!


Codice di sicurezza
Aggiorna