BIG Casinò, operatore italiano di Casino Online autorizzato con regolare licenza AAMS, ha ceduto il 40% alla società Fairpoint srl.

Una Croupier della Roulette dal Vivo al Casinò
Giocatori che si divertono a puntare su un Tavolo della Roulette

Aquisto a sorpresa nel mondo dei Casinò Online: la JustBig, che controlla interamente la Big Spa, ha recentemente ceduto il 40% della società alla Fairpoint Srl che svolge attività di consulenza. Il dato rilevante della società Best in Game Spa, oltre a quello di essere un Concessionario dell'Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato, è costituito dal possesso di diversi siti di gioco online di un certo rilievo come il Poker Cash e quello a Torneo.

Bonus Match MigliorVisita Casinò
1. StarCasinò 25€ GRATIS Bonus
Visita Ora!
2. Netbet Casinò 1.000€ 100% Flash
Visita Ora!
3. Merkur Win Casinò 500€ 100% Bonus Reale
Visita Ora!
4. Paddy Power 200€ 100% Slot
Visita Ora!
5. 888 Casinò 500€ 125% Live
Visita Ora!

Fairpoint acquista il 40% di Best in Game Casinò

(1 voto, media 5.00 di 5)
Fairpoint acquista il 40% di Best in Game Casinò 5.00 media 5 based on 1 voto 1.

*Il direttore commerciale di Big, nonché amministratore della società acquisitrice, Daniele Toscano, ha rilasciato alcune dichiarazioni relative alla transazione ad Agiscommesse che riportiamo di seguito.

Ricordiamo che il nuovo Direttore commerciale ha maturato esperienze di rilievo non solo nella categoria in cui opera la società, ma anche nella diffusione e nell'avviamento aziendale.

Alla domanda sul perché la scelta della sua società si sia orientata proprio su Best in Game Toscano risponde che la società grazie ai suoi mezzi tecnologici, alla suo assetto e al suo portafoglio clienti rappresenta una delle più valide del mercato italiano del settore. Considerate, poi, le continue mutazioni in atto in questo settore si pone tra le favorite a porsi tra le società di gioco di maggior rillievo.

Relativamente alla tecnologia il direttore commerciale ravvisa la necessità di una maggiore elasticità in modo da offrire ai Concessionari la possibilità di enfatizzare le offerte in maniera diversa, in base alle necessità. La tecnologia, infatti, deve fornire un supporto alle eventuali proposte dei Concessionari e ai loro investimenti. Il Concessionario deve trovare nel Provider una spalla che appoggi le sue iniziative, senza limitarle imponendo le sue idee commerciali. Infatti attualmente vi sono continui mutamenti nel settore del gioco che hanno incrementato le possibilità di offerta commerciale, per questo è necessario agire rapidamente o, addirittura precorrere gli eventi, pensando al mercato online ci si rende conto della necessità di un supporto tecnologico idoneo.

Ricordando di come Toscano sia stato uno dei primi operatori del mercato italiano AAMS in qualità di distributore delle ricariche di gioco, l'intervistatore gli chiede quali sia i cambiamenti che coglie nel settore.

Toscano risponde che l'iniziale arretratezza del mercato italiano, contro ogni aspettativa, è stata ampiamente colmata tanto da porre l'Italia tra le nazioni più avanzate, l'AAMS infatti ha fornito linee guida certe che hanno fornito gli strumenti per modificare il settore, prima invaso da operatori fuori della legalità, epurandolo e rendendolo così verificato e verificabile, senza limitare eccessivamente il numero di operatori presente. Quello italiano è comunque un mercato con particolarità tali da renderlo diverso dagli altri dove è ancora possibile cercare opportunità imprenditoriali.

L'acquisto della Big e il cambio del direttore commerciale possono essere visti nell'ottica della necessità di rispondere alle richieste di aziende del settore con grosse possibilità imprenditoriali in svariati settori quali la distribuzione programmata, la diffusione, i mezzi di comunicazione meno conosciuti e le community che hanno bisogno di mezzi tecnologici per realizzare le loro idee, in quest'ambito il provider da semplice fornitore può divenire propositore di nuovi mezzi innovativi, mezzi capaci, non solo di rispondere ad una necessità, ma anche di suggerire opportunità diverse.

Quanto affermato da Toscano,e condiviso dall'Amministratore delegato Roncolato, è più facile da realizzare di quanto non appaia, fornendo il mezzo nuovo sono gli stessi imprenditori a trovarne l'utilizzo e a modificarlo in meglio attraverso l'uso. Questo modo di operare costituisce l'elemento distintivo della società.

L'intervistatore pone la questione del notevole esborso economico necessario per operare nel settore telematico e chiede quale siano le posizioni di Big e quali dovrebbero essere quelle delle altre aziende del settore.

Pur ammettendo la necessità di investimenti per catturare il tag di interesse del settore, costituito dai giocatori e l'efficacia del metodo utilizzato sino ad ora per posizionare il proprio marchio da parte delle grandi aziende,Toscano ritiene vi sia la possibilità di pensare di utilizzare in questo settore il metodo utilizzato dai Grandi Gruppi e dai canali di diffusione, anche considerandolo solo in relazione  ai costi relativi alla ricerca del cliente nel settore telematico, quello che utilizza la rete fisica e che avrebbe un costo con un rapporto 1 a 5.

L'intervistatore coglie un'affinità con il modello dei PDC, ma Toscano nega affermando che il modello è basato sul sostegno offerto al commerciante che prende forma nella promozione, nel commercio delle ricariche e nel supporto tecnico. Questo metodo, che sfrutta contemporaneamente internet e il terrestre, si è rivelato efficace non solo nell'ambito del gioco, ma anche nel commercio di prodotti e servizi diversi. Toscano confronta le cifre degli spettatori di una prima serata con quelli di tutte le altre fasce orarie arrivando alla conclusione che scegliendo il target di riferimento e adottando precisi criteri è possibile ottenere ottimi risultati grazie ad un prodotto attraente, cosa resa possibile sfruttando il risparmio fornito dal CPA inferiore.

L'intervistatore coglie l'affinità con Quigioco.it il cui ideatore è lo stesso intervistato. Questi replica che in quel caso si è trattato solo di un inizio poiché per proseguire vi era il bisogno di un idoneo supporto tecnologico accompagnando il programma. Tutte situazioni che può offrire Big.

Alla domanda relativa alla necessità di incrementare il capitale disponibile attraverso l'acquisizione di nuovi partner, il direttore commerciale risponde confermando la necessità di grandi investimenti, ma sottolinea l'attenzione necessaria nel selezionare eventuali soci finanziatori, poiché gli investimenti non sono costituiti sol dai numeri, ma anche dalla affinità di intenti e dei tempi per realizzarli. E, conclude, probabilmente, considerato lo stato delle cose, proprio il fattore tempo è quello maggiormente penalizzante.

Aggiungi il tuo commento

Casinoinrete.com incoraggia i lettori ad aggiungere i propri commenti alla pagina. Lo scambio di opinioni ed esperienze consentirà di aumentare la quantità di informazioni attendibili sui Casinò On line.

Tutti i commenti sono di responsabilità esclusiva degli autori e sono moderati preventivamente per assicurare il rispetto del buon costume e della reputazione altrui. Siamo certi che ogni tuo contributo sarà importante e utile per gli altri lettori. Grazie!


Codice di sicurezza
Aggiorna