Restrizioni per le Videoslot nel Comune di Roma

Divieti Videoslot RomaIn seguito ad un intervento da parte del sindaco della città capitolina, Gianni Alemanno, anche agli scommettitori romani verrà vietato di giocare alle Slot Machine nei locali che si trovano nel centro abitato. Questo tipo di provvedimento è già stato adottato da altre città italiane come Firenze, Lecco e Bologna.

Quindi, come è accaduto per i centri abitati di diverse località italiane, anche a Roma le Sale che ospitano le Slot Machine non possono più offrire agli utenti questa tipologia di servizi di gioco, in quanto buona parte di esse si trovano vicino a strutture pubbliche di tutt’altra destinazione, come scuole pubbliche, ospedali, centri sociali.

Il comune di Roma ha intenzione di emettere questo provvedimento che interesserà alcune aree dove l’ubicazione delle Slot Machine sarà proibita e le sale che già sono aperte da diverso tempo saranno chiuse oppure si cercherà di conferire loro una destinazione diverse da quella attuale, dando vita ad un differente progetto ubicativo.

Da quanto si evince dalle ultime dichiarazioni rilasciate da Alemanno, sul tema delle Slot Machine che già è stato affrontato anche dal governo nazionale, verrà introdotto un regolamento particolarmente severo. Lo scopo di tale intervento è quello di far fronte con efficacia ed efficienza ad una situazione che concerne la vicinanza delle sale ai luoghi istituzionali di una certa rilevanza culturale, religiosa e sociale, come scuole, chiese, ospedali, cercando anche e soprattutto fenomeno molto crescita negli ultimi tempi come la ludopatia.

Il provvedimento contro lo slot verrà emanato tra qualche settimana, anche se da parte del comune di Roma si intravedono dei segni di rigore molto marcati. Le sale dove vi sono le Slot Machine saranno costrette a spostarsi oppure dovranno apportare delle modifiche, come avvisi per i minori di anni 18, dovranno essere indicati dei centri per ludopatici dove possono essere ascoltati e dei cambiamenti per un impatto ambientale migliore.

Una cosa sicura è che le sale dovranno essere parecchio distanti dalle scuole che si trovano nel centro abitato e dai luoghi dove si concentra buona parte della popolazione romana, come già si è verificato in altri comuni, come Firenze e Varese per esempio, dove sembra che tale esperienza non abbia portato a grossi malumori tra i cittadini.

Di certo, non sono stati dello stesso avviso i gestori dei locali che scelgono delle zone che strategicamente sono più popolose e che possono attrarre quanta più clientela possibile. Roma non è una della città che presenta un numero esorbitante di giocatori, anche se bisogna dire che il malcontento si è manifestato in questi giorni proprio nel momento in cui è venuta fuori la notizia sul provvedimento che il comune ha intenzione di emettere.

Chiaramente, bisognerà attendere il provvedimento per analizzarne a fondo il suo contenuto prima di inveire contro l’amministrazione romana, anche se alcuni punti possono essere condivisi, soprattutto quelli che cercano di tenere lontani i più giovani dal gioco, ma anche quelli che cercano di contrastare un problema molto serio come la ludopatia.

Casinoinrete.com, portale informativo sui Giochi di Casinò Online Autorizzati AAMS, ti presenta le migliori guide per la comprensione dei bonus e delle regole dei giochi. In quanto non presenta periodicità, non è assimilabile a una testata giornalistica. Le opinioni e i giudizi rappresentano solo un'indicazione, la scelta finale spetta sempre al giocatore. Scegli sempre e solo il Gioco Sicuro, Legale e Responsabile.

Link Utili
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Chi Siamo
  • Disclaimer
  • Cookie

Copyright © 2007 - 2018 - Tutti i diritti riservati.