La bozza del Decreto Fiscale prevede norme sfavorevoli per i Casinò AAMS.

Una Croupier della Roulette dal Vivo al Casinò
Giocatori che si divertono a puntare su un Tavolo della Roulette

La bozza del Decreto Fiscale in corso di approvazione prevede una modifica alla tassazione dei Casinò Online AAMS che verrebbe calcolata sulla raccolta dei singoli operatori piuttosto che sul loro margine: una manova che potrebbe causare pesanti ripercussioni e finire per favorire i Casinò Illegali, sprovvisti di licenza. Winga Casinò ti offre 250 euro di bonus in un ambiente di gioco legale e sicuro.

Decreto fiscale impatto Winga

Nuova tassazione su giochi online con il Decreto Fiscale

(1 voto, media 5.00 di 5)
Nuova tassazione su giochi online con il Decreto Fiscale 5.00 media 5 based on 1 voto 1.

Bozza decreto fiscaleStando alle ultime notizie rilasciate da Agipronews, parre che con il nuovo Decreto Fiscale saranno applicati dei cambiamenti per quanto riguarda le tassazioni sui Giochi Online.

Ora il tutto è al vaglio dell’Esecutivo e non ci resta che aspettare la sua sentenza. Nel frattempo possiamo solo illustrarvi quando riportato da Agipronews: la proposta inclusa nel Decreto Fiscale prevede un cambiamento per quanto riguarda la percentuale di tassazione. Questa infatti non verrebbe più calcolata al 20% sul margine per singolo giocatore, ossia la differenza tra gli incassi e le vincite, ma all’1% sul volume di gioco, ossia le giocate che ogni singolo giocatore genera.

Lo scopo di questo cambiamento è quello di aumentare in modo netto il rendimento dello Stato, portando però una grossa diminuzione nella raccolta dei concessionari di Giochi Online. Gli operatori però non ci stanno, tanto che sono già 19 i concessionari di giochi di Casinò Online, tra cui il popolare 888.it, ad aver inviato una lettera sia all’AAMS che al Governo. Nella lettera in questione evidenziano le varie problematiche legate a questa proposta tra cui il fatto che le entrate destinate allo Stato diminuirebbero, la cosa più grave però sarebbe che le varie compagnie straniere non avrebbero più alcun interesse ad effettuare qualsiasi investimento su un mercato italiano che risulterebbe poco appetibile.

A tutto questi problemi poi si aggiungerebbe quello che riguarda tutti coloro che hanno già effettuato importanti investimenti per poter ricevere la licenza da parte dell’AAMS e avviare la propria azienda nel settore giochi d’abilità a distanza. Queste aziende si vedrebbero abbassare i margini e le prospettive per un ritorno dei capitali che sono stati investiti. Ciò causerebbe un alto rischio a livello dell’occupazione non solo attuale ma anche futura.

Se ancora lo Stato non ne ha abbastanza, i problemi poi sorgono uno dietro l’altro come quello del gioco illegale: i Casinò AAMS infatti non riuscirebbero più a competere contro quelli illegali e ciò non farebbe altro che favorire il mercato che coinvolge i Casinò illegali.

Aggiungi il tuo commento

Casinoinrete.com incoraggia i lettori ad aggiungere i propri commenti alla pagina. Lo scambio di opinioni ed esperienze consentirà di aumentare la quantità di informazioni attendibili sui Casinò On line.

Tutti i commenti sono di responsabilità esclusiva degli autori e sono moderati preventivamente per assicurare il rispetto del buon costume e della reputazione altrui. Siamo certi che ogni tuo contributo sarà importante e utile per gli altri lettori. Grazie!


Codice di sicurezza
Aggiorna