La senatrice Leddi critiche la normativa antimafia AAMS

Controlli Antimafia Concessioni AAMSDurante l’esame in Commissione del Decreto Fiscale, la senatrice del PD Maria Leddi ha espresso pareri e alcune critiche sulle attuali norme sul gioco contenute in suddetto Decreto, soprattutto sulla corretta applicazione della normativa antimafia.

Secondo la senatrice Leddi il Governo nello stilare queste normative, ha trascurato alcuni importanti obiettivi contenuti delle liberazioni che furono approvate dal Parlamento e dalla Commissione antimafia.

Ha parlato anche riguardo alla norma relativa ai controlli dell’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato sull'esercizio delle concessioni nelle varie sale da gioco. Con questa norma infatti vengono autorizzati i dipendenti dell’AAMS a compiere operazioni di controllo nei locali destinati alle scommesse o in cui sono installati apparecchi di intrattenimento, quali slot machines e VLT. Per questo tipo di attività è necessario coordinarsi con gli indirizzi giurisprudenziali della Cassazione, perché questa è un’attività di “agenti sotto copertura” e deve quindi essere qualificata con una norma eccezionale soggetta a un’interpretazione restrittiva che dovrà essere limitata solo per casi espressamente specificati.

Ovviamente queste ipotesi di casi in cui sarà ammissibile questo tipo di attività di controllo da parte dell’AAMS dovrà assolutamente essere disciplinata da una normativa primaria, anziché restituire al regolamento di attuazione previsto dal comma 1.

Per quanto concerne i titolari di concessione governativa AAMS e l’estensione del controllo sulle documentazioni antimafia ai loro familiari, secondo la senatrice Leddi questa norma è condivisibile ma in linea con quanto fu proposto dalla Commissione Antimafia. La Commissione aveva infatti proposto una modifica all’articolo 88 del TULPS.

Riguardo agli ordinamenti che coinvolgono il settore delle scommesse dell’ippica, la senatrice ci tiene a sottolineare che i giocatori saranno ulteriormente incentivati ad aumentare le loro puntate vista la revisione del ribasso della posta unitaria minima di gioco per ogni singola scommessa. Maria Leddi conclude poi dicendo che bisogna invece provvedere ad attuare un attento monitoraggio riguardo alla diffusione dei giochi di abilità e soprattutto controllare e cercare di prevenire il fenomeno della ludopatia.

Da appassionati ed esperti del Gioco Online, ci sentiamo di dissentire soprattutto sull'ultima affermazione. L'abbassamento della puntata minima genera tutt'altro che un aumento del volume delle giocate del singolo, mentre ha il positivo effetto di consentire a nuovi giocatori di puntare e accumulare esperienza senza rischiare troppo. Un ripasso del concetto di Bankroll potrebbe chiarire meglio le idee alla classe politica.

Chi Siamo | Disclaimer | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. |

Casinoinrete.com, portale informativo sui Giochi di Casinò Online Autorizzati AAMS, ti presenta le migliori guide per la comprensione dei bonus e delle regole dei giochi. In quanto non presenta periodicità, non è assimilabile a una testata giornalistica. Le opinioni e i giudizi rappresentano solo un'indicazione, la scelta finale spetta sempre al giocatore. Scegli sempre e solo il Gioco Sicuro, Legale e Responsabile.

Copyright © 2007 - 2018 - Tutti i diritti riservati.