Slot Machine: tasse non pagate e buco da 160 milioni

tassa slot machine fisicheI concessionari di slot machine, le macchinette fisiche che si trovano nella maggior parte di esercizi pubblici come bar e tabacchini, non pagano la tassa, creando un buco da 160 milioni di euro: infatti, nel frattempo che si attende una risposta dalla consulta, molti concessionari non pagano, facendo danno all'Erario in primis, ma anche alla diretta concorrenza. E la gente preferisce giocare con le slot machine online sul web.

In molti avranno sentito parlare della famosa multa che i concessionari di slot machine si erano visti infliggere da parte delle casse erariali. Ebbene, dopo un maxi sconto, c'è ancora chi oggi non vuole pagare e versare allo Stato quanto dovuto. Infatti, i concessionari, avrebbero dovuto versare meno di 100 milioni di euro come seconda rata della multa, entro fine Ottobre 2015, ma solamente tredici operatori hanno provveduto a versare interamente le somme. Secondo Agipronews, la maggior parte ha deciso di pagare solo la raccolta effettiva.

In parole povere, è un cane che si morde la coda già da diversi anni. La cifra prevista, dopo il maxisconto previsto dal governo Renzi, ammontava a 500 milioni di euro ma, ad oggi, sono stati versati solamente 200 milioni: resta un buco di 300 milioni di euro che difficilmente verrà coperto. Si prospettano scadenze future, che saranno a carico di tre categorie differenti del mondo delle slot machine: concessionari, gestori ed esercenti. Anche da quanto confermato dal Direttore dei Giochi dell'Agenzia dei Monopoli, attualmente è presente un buco di 160 milioni di euro.

L'impegno da parte degli adetti al settore è certamente quello di recuperare i soldi, anche se non riuscirà mai a percepirli tutti: contro l'evasione non ci sono scusanti, ma in questo caso specifico, è stato frutto di una multa, tassa, non proprio limpida. Il problema per molti sta a monte, quando il Governo, già inizialmente, doveva prevedere un prelievo unico erariale ai livelli odierni. In principio la tassa dei 500 milioni fu osteggiati da tutti i soggetti del mondo dei giochi: furono presentati diversi ricorsi, con l'obbiettivo di sospendere o, addirittura, bocciare del tutto la normativa.

A fine Ottobre 2015, risultavano da pagare ancora 180 milioni di euro e, solamente 20, ne sono stati pagati dai concessionari di giochi di slot machine: rimane un buco da 160 milioni che, come già detto inizialmente, produce danni all'Erario e alla concorrenza. La quota annua da versare nelle casse dello Stato fu divisa da concessionario a concessionario, calcolando soprattutto il numero di macchinette attive presenti sul territorio. Ora, non stiamo ad elencare i nomi dei singoli concessionari; resta il fatto che qualcuno ha onorato l'impegno interamente, altri, invece, nemmeno parzialmente.

Nonostante ciò, la gente italiana continua a giocare ma si è registrato un netto calo delle persone che amano giocare con le macchinette: il trend si è spostato principalmente nel mercato online e mobile. Con l'innovazione e il cambio generazionale, sono molti i players italiani che trascorrono il loro tempo dietro dei giochi di slot online e mobile, anche perchè si ha la possibilità di giocare gratuitamente senza spendere soldi di tasca propria, grazie piattaforme virtuali che offrono forme di intrattenimento gratis: ma chi volesse giocare a soldi veri, ha la possibilità di iscriversi a casinò online come StarCasinò che offre, però, un super bonus senza deposito di 25 euro.

 

 

 

Casinoinrete.com, portale informativo sui Giochi di Casinò Online Autorizzati AAMS, ti presenta le migliori guide per la comprensione dei bonus e delle regole dei giochi. In quanto non presenta periodicità, non è assimilabile a una testata giornalistica. Le opinioni e i giudizi rappresentano solo un'indicazione, la scelta finale spetta sempre al giocatore. Scegli sempre e solo il Gioco Sicuro, Legale e Responsabile.

Link Utili
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Chi Siamo
  • Disclaimer
  • Cookie

Copyright © 2007 - 2018 - Tutti i diritti riservati.