La “Confessione” di Pupo e il Gioco Responsabile.

Una Croupier della Roulette dal Vivo al Casinò
Giocatori che si divertono a puntare su un Tavolo della Roulette

Le campagne per il Gioco Responsabile promosse dall'AAMS hanno sempre diviso l'opinione pubblica. L'ondata di perbenismo e proibizionismo a volte serve ad attirare l'attenzione sui rischi reali mentre altre volte serve solo ad alimentare un certo bigottismo fine a se stesso. È anche vero che ai tempi di Pupo non esistevano i Casinò Online AAMS.

William Hill Casinò

Ludopatia e Casinò AAMS: Pupo racconta il suo caso

(1 voto, media 5.00 di 5)
Ludopatia e Casinò AAMS: Pupo racconta il suo caso 5.00 media 5 based on 1 voto 1.

Casino AAMS Gioco ResponsabileI Casinò AAMS sono stati oggetto di una campagna per il Gioco Sicuro e Reponsabile, volta a sensbilizzare gli utenti dei casinò online con licenza. Questa campagna ha generato alcune polemiche tra coloro mostrano un certa avversità nei confronti del gioco online, con un'ondata di proposte proibizioniste.

Da sempre, nei nostri articoli, abbiamo invitato il lettore a un Gioco Responsabile affinché possa mantenere un comportamento equilibrato durante le sessioni di gioco, senza sperperare il proprio budget malamente, cercando invece di gestire sia il tempo che lo spazio per il mondo del gambling in modo tale da evitare qualsiasi tipo di esagerazione che possa provocare un fenomeno in crescita, come quello della Ludopatia sui Casinò.

A quanto sembra, i consigli che di solito vengono dati agli utenti servono a poco o a nulla. Diciamo questo, perché secondo quanto viene dichiarato da una celebre personalità del mondo dello spettacolo come Enzo Ghinazzi in arte Pupo, che in poco tempo è stata messa in circolazione per il web, ha letteralmente sollevato un polverone. Il cantante Pupo è un appassionato del gioco del poker che, dopo aver perso una fortuna giocando nei casinò, ha dovuto ricorrere a dei prestiti per pagare tutti i debiti che derivano dal gioco.

Dopo un periodo di stasi, il noto cantante italiano ha fatto la sua ricomparsa dinanzi al piccolo schermo nella qualità di presentatore di un noto programma televisivo trasmesso dalla Rai, riscuotendo, tra l’altro un buon successo di ascolti. Adesso, Pupo veste anche i panni dello scrittore e, di recente, ha presentato il suo libro, dal titolo “La Confessione” nei locali del Consiglio regionale della Toscana.  Nel corso della sua presentazione, Pupo ha affermato: ''Io sono un malato di gioco che non gioca da anni e che soffre. Dire 'gioca responsabile' non serve. La ludopatia, è un problema sociale grave, una forma di dipendenza anche se diversa".

Allora, se tanto mi dà tanto, la sua dichiarazione ci porta a ritenere che la campagna avviata dall’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato (AAMS) non ha prodotto alcun effetto degno di nota. Però, quasi certamente, il cantante e presentatore toscano ha voluto mettere in evidenza il fatto che non basta informare gli utenti sui rischi che il gioco può far correre, ma anche il rapporto di dipendenza da esso che si può produrre. È fuor di dubbio che vi è la necessita di un forte intervento da parte del legislatore italiano con l’obiettivo di regolare energicamente la materia.

Questa dichiarazione, c’era da aspettarselo, ha sollevato un putiferio che si è riflesso sul mondo del gioco online che, com’è noto, è maggiormente alla portata dei minori e in cui la presenza del mercato sommerso del gambling risulta essere molto marcata. L’opinione pubblica, in parte, concorda con Pupo quando dichiara che non serva a nulla sostenere solo a parole la lotta alla ludopatia con lo sterile slogan “Gioca Responsabile”. La lotta a questo fenomeno, che non va per nulla sottovalutato, deve essere forte senza che ciò comprometta la crescita di un mercato così florido come quello del gambling nel nostro paese.

Aggiungi il tuo commento

Casinoinrete.com incoraggia i lettori ad aggiungere i propri commenti alla pagina. Lo scambio di opinioni ed esperienze consentirà di aumentare la quantità di informazioni attendibili sui Casinò On line.

Tutti i commenti sono di responsabilità esclusiva degli autori e sono moderati preventivamente per assicurare il rispetto del buon costume e della reputazione altrui. Siamo certi che ogni tuo contributo sarà importante e utile per gli altri lettori. Grazie!


Codice di sicurezza
Aggiorna